Tornire il legno

Come diventare amici del tornio scoprendo tutte le tecniche, i metodi, le curiosità, i segreti e ottenendo subito grossi risultati scegliendo i legni giusti per questa lavorazione artistica.

Con la tornitura si possono realizzare splendidi oggetti di legno (colonnine, ciotole, vassoi, bicchieri, candelabri, catene, bocce, calici, orologi, piatti, giocattoli, ecc). Conosciamo la macchina (da banco o come accessorio per il trapano), le sue parti (mandrino, contropunta, lunetta, copiatore) e i suoi accessori (sgorbie e scalpelli). Scopriamo tutte le tecniche (tornitura longitudinale e trasversale, copiatura), i metodi, le curiosità, i segreti messi a punto in molti anni di lavoro da sapienti artigiani.

Formato 17×24 cm, 96 pagine

COD: 100.09 Categorie: ,

11,00

Quantità
Compara

Descrizione

 

Bellezza a tutto tondo

Pensiamo ad una foresta di grandi alberi ed immaginiamo quali meravigliose colonne, delicate balaustre, allegri mattarelli e splendide ciotole sono imprigionate nei possenti fusti o nei rami, proiettati verso il cielo. Anni di sole e di pioggia sono dovuti passare affinché tutto questo si realizzasse: l’arte della natura si stratifica lentamente perché la creazione della bellezza richiede tempo. Ma ora è tutto lì, a portata di mano, e magari nei segreti sogni di un albero c’è quello di essere un giorno spogliato della corteccia, e alleggerito (quasi purificato) dell’orpello fibroso che vincola l’oggetto che riposa in esso. Ma c’è di più: sono infinite le possibilità creative di un albero solo. Io ricaverò un bel candelabro e tu un portasale, sacrificando ad esso il portauovo o la gamba della sedia. In questo gioco incredibile di possibilità e di creazione, l’uomo è l’elemento centrale e quando si è accorto di tutto questo, ha inventato il tornio: macchina per eccellenza, dalle superiori capacità espressive. Si può rendere più bello il legno? Rispondere affermativa mente potrebbe sembrare blasfemo, ma non è vero, perché sarebbe come negare l’utilità dell’intelligenza e dell’amore. Ma il tornio si difende. Chi sei tu per metter mano a questo tronco e cambiargli i connotati? Sei sicuro di quello che fai, o vuoi solo deturpare un figlio della natura? Questa è la domanda silenziosa che questa macchina ci rivolge tutte le volte che la mettiamo in moto. E poi pretende la risposta. Il tornio è severo: ci ammonisce con robusti colpi sui polsi, ci fa volare via dalle mani l’utensile, oppure si impunta come un mulo se legge nelle nostre mani inesperienza o pressapochismo. Ecco perché non basta amare il legno e la sua segreta bellezza ma è necessario, per raggiungerla degnamente, conoscere, essere amici del tornio. Ecco giustificato questo agile manuale: in esso troverete tutte le informazioni necessarie per accostarvi a questa macchina sapendo come trattarla e trarre da essa il massimo risultato. Tecniche, metodi, curiosità e segreti messi a punto in molti secoli di lavoro sono condensati nelle pagine che seguono ed esposti in maniera semplice e comprensibile anche da parte di chi non ha alcuna esperienza. C’è la teoria, sicuro, ma anche la pratica con la realizzazione di diversi oggetti di varia difficoltà, che permette di prendere confidenza col tornio e con tutte le lavorazioni che esso è in grado di eseguire. Questo manuale non va letto e poi riposto, ma consultato frequentemente durante i primi tempi: a poco a poco cresceremo e non ne avremo più bisogno, ma rimarrà come pietra miliare della nostra strada di amanti del legno.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.49 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.